Poste italiane S.p.A.

Poste italiane S.p.A.

Roma (RM)

Una rete che abbraccia tutto il Paese Il Gruppo Poste Italiane è la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia.

Le sue attività comprendono il recapito di corrispondenza e pacchi, i servizi finanziari e assicurativi, i sistemi di pagamento e la telefonia mobile.

Con una storia di oltre 150 anni e una rete di oltre 12.800 Uffici Postali, con più di 134 mila dipendenti, 513 miliardi di euro di attività finanziarie totali (TFA) e più di 34 milioni di clienti, Poste Italiane è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese e rappresenta una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte della clientela.

Poste Italiane nel febbraio scorso ha presentato il nuovo Piano Strategico a cinque anni, Deliver 2022, che ha l’obiettivo di massimizzare il valore della rete distributiva e cogliere le opportunità di mercato offerte dalla trasformazione digitale attraverso la riorganizzazione del segmento corrispondenza e pacchi, lo sviluppo dei servizi finanziari, il consolidamento della leadership nei servizi assicurativi e la valorizzazione dei sistemi di pagamento.

Il Piano prevede investimenti per 2,8 miliardi di euro e punta sull’innovazione per accompagnare cittadini, imprese e pubblica amministrazione verso l’economia digitale, offrendo servizi sempre più innovativi.

Quotata alla Borsa di Milano dal 2015, Poste Italiane è controllata al 64,26% dal ministero dell’Economia e delle Finanze e da Cassa depositi e prestiti. Da aprile 2017 Maria Bianca Farina è Presidente e Matteo del Fante Amministratore Delegato e Direttore Generale. Poste Italiane - Risultati Finanziari primi nove mesi 2018 Risultati in linea con gli obiettivi del piano Deliver 2022 per il 2018 Poste Italiane procede con una solida attuazione degli obiettivi del Piano Deliver 2022 e la performance dei primi nove mesi 2018 conferma gli impatti positivi dell’esecuzione del piano. I ricavi si sono attestati a 7,9 miliardi di euro (+0,7% rispetto ai primi nove mesi del 2017) e i costi operativi pari a 6,4 miliardi di euro sono diminuiti del 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2017.

L’utile netto ha registrato un forte aumento a 1.056 milioni di euro, con una crescita del 45,9% rispetto ai primi nove mesi del 2017, così come il risultato operativo che ha avuto un notevole rialzo a 1,5 miliardi di euro registrando un incremento del 28,3% rispetto allo stesso periodo del 2017, con una positiva performance in tutti i settori operativi. Le attività finanziarie totali (TFA) hanno raggiunto i 513 miliardi di euro con un aumento di 7 miliardi rispetto a dicembre 2017.

Nel segmento Servizi Finanziari il totale dei ricavi è aumentato del 1,7% nei primi nove mesi del 2018, attestandosi a 3,8 miliardi di euro. Quelli del settore Pagamenti, Mobile e Digitale sono stati pari a 470 milioni di euro, in crescita del 11,4% rispetto ai primi nove mesi del 2017. Il comparto assicurativo ha contribuito con 1.048 milioni di euro di ricavi, in crescita dell’1,6% rispetto ai primi nove mesi del 2017. Il segmento Corrispondenza Pacchi e Distribuzione ha registrato ricavi pari a 2,6 miliardi di euro, in diminuzione del 2,7% rispetto ai primi nove mesi del 2017, mentre i ricavi del comparto pacchi B2C hanno fatto registrare una crescita del 25% rispetto ai primi nove mesi del 2017.

Poste Italiane - Risultati Finanziari 2017 La capacità di generare valore I ricavi totali del Gruppo Poste Italiane nel 2017 sono stati pari a 10,6 miliardi di euro, in linea con quanto registrato nel 2016.

L’utile netto si è attestato a 689 milioni di euro, con un incremento del 10,8% rispetto ai 622 milioni del precedente esercizio e il risultato operativo è stato pari a 1.123 milioni di euro, in aumento del 7,9% sul 2016. Sostanzialmente stabili i ricavi generati dai Servizi Finanziari che si sono attestati a 5 miliardi di euro, quelli del settore Pagamenti, Mobile e Digitale sono stati pari a 586 milioni di euro, in crescita del 2,8% rispetto al 2016, e il comparto Assicurativo ha contribuito con circa 1,5 miliardi di euro di ricavi totali (+17,2% sul 2016). Il settore Corrispondenza Pacchi e Distribuzione ha registrato ricavi pari a 3,6 miliardi di euro, in calo del 5% sul 2016.

I ricavi del comparto pacchi sono stati pari a 693 milioni di euro, in crescita del 6,8% rispetto al 2016, e hanno mitigato gli effetti della fisiologica riduzione dei volumi di corrispondenza. Gli investimenti industriali nel 2017 sono stati pari a 467 milioni di euro e hanno riguardato principalmente la logistica e l’adeguamento degli impianti di meccanizzazione postale, lo sviluppo delle tecnologie ICT e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Gli obiettivi individuati nel Piano Strategico Deliver 2022 prevedono una crescita sostenibile del Gruppo Poste Italiane per i prossimi anni focalizzata nella creazione di valore per gli azionisti. Per il 2017 l’azienda ha distribuito un dividendo di 0,42 euro per azione a valere sull’utile netto dell’esercizio.

Il Piano Strategico ne prevede l’aumento del 5% l’anno fino al 2020, per poi offrire un payout minimo del 60% dal 2021. Corrispondenza, pacchi e distribuzione Innovazione a destinazione Le attività che comprendono servizi di recapito, logistica, pacchi e corriere espresso rappresentano da sempre l’identità di Poste Italiane, che fornisce anche il Servizio Universale.

La sua rete possiede caratteristiche uniche e conta su 30 mila portalettere e oltre 2.000 centri di distribuzione. Nel 2017 ha smistato più di 3 miliardi di pezzi di corrispondenza e oltre 113 milioni di pacchi; numeri che collocano Poste Italiane in una posizione privilegiata per cogliere le opportunità legate alla crescita dell’e-commerce, grazie anche a un consolidato know-how nel settore dei pagamenti e del digitale. Poste Italiane ha lanciato recentemente il nuovo modello di recapito Joint Delivery che ridisegna il servizio prevedendo le consegne anche in fasce pomeridiane e nel weekend. Il nuovo modello di recapito, assieme alla valorizzazione della linea aerea Mistral Air e del Corriere Espresso SDA, è alla base della strategia di Poste Italiane nella logistica.

L’evoluzione della logistica legata all'e-commerce ha portato anche alla nascita di PuntoPoste, la nuova rete di prossimità, complementare a quella degli Uffici Postali, che permette di ritirare o restituire gli acquisti effettuati online e di spedire pacchi preaffrancati o prepagati.

La rete è costituita da locker, armadietti collocati in diversi punti delle città che offrono un servizio non-stop 24 ore su 24, fino a 7 giorni su 7, e da punti fisici di consegna convenzionati, come esercizi commerciali e tabaccai. Nel 2017 il sensibile incremento dei ricavi del comparto pacchi (43 milioni di euro di crescita rispetto al 2016) ha mitigato il calo dei ricavi dei prodotti di corrispondenza. L’incremento dei volumi è stato pari al 17% rispetto all’esercizio 2016, per un totale di 113 milioni di pacchi consegnati nell’anno. Pagamenti, Mobile e Digitale

Una piattaforma di lancio nel mondo digitale Il Gruppo Poste Italiane è il più grande operatore del Paese nel settore dei pagamenti potendo disporre di una piattaforma distributiva multicanale integrata che si avvale della rete fisica degli Uffici Postali e di una infrastruttura digitale all’avanguardia.

L’Azienda è in grado di servire l’intera popolazione nazionale e di dare risposta alle nuove esigenze dei clienti attraverso l’innovazione dei servizi e aiutando cittadini, imprese e pubblica amministrazione a cogliere le opportunità offerte dalla digitalizzazione.

Ogni giorno sono oltre 1,5 milioni le persone che si recano negli Uffici Postali e sono 1,4 milioni i visitatori del sito Internet poste.it e i fruitori delle App di Poste Italiane; in Italia un acquisto online su 4 è pagato con la carta prepagata Postepay; nel settore dei pagamenti digitali l’azienda è leader con una quota di mercato del 25% nelle transazioni e-commerce e con oltre due milioni di e-wallet (portafogli elettronici) abilitati.

Il Gruppo intende accompagnare i cittadini nella transizione da sistemi di pagamento tradizionali a soluzioni digitali e mobili più evolute. Con questo obiettivo ha costituito PostePay Spa, la nuova società specializzata in servizi di pagamento, telefonia mobile e applicazioni digitali che impiega l’innovazione tecnologica per lo sviluppo di nuovi servizi e prodotti, in particolare nell’ambito dell’e-commerce e del mobile- payment.

Poste Italiane al 31 dicembre 2017 ha emesso oltre 25 milioni di carte di pagamento, sono 15,2 milioni i clienti registrati a poste.it e le sue App sono state scaricate più di 15 milioni di volte. La Postepay Evolution, con 5,1 milioni di carte emesse, ha avuto una crescita nel numero di carte pari a circa 40% in 12 mesi.

Prodotti finanziari e assicurativi Credibilità, un patrimonio inalienabile Poste Italiane può fare leva sulla sua rete distributiva e sul patrimonio di affidabilità che da sempre caratterizza il suo marchio per la distribuzione di prodotti di risparmio e di finanziamento. Colloca in esclusiva i prodotti del risparmio postale - Libretti e Buoni Fruttiferi - e mette a disposizione dei clienti servizi di conto corrente e prodotti di credito al consumo emessi da terzi.

A dicembre 2017 Poste Italiane ha siglato un nuovo accordo con Cassa depositi e prestiti per il triennio 2018-2020 che mira a consolidare il ruolo dei Buoni e dei Libretti fra i prodotti di punta per il risparmio degli italiani. Nello stesso mese, l’azienda ha sottoscritto con Anima Holding SpA (di cui Poste Italiane detiene il 10,04%) una partnership nel settore del risparmio gestito che permette di ampliare l’offerta di servizi con prodotti in grado di soddisfare i bisogni di investimento delle famiglie.